E' proprio necessario trattare le piante con prodotti chimici o no? - TUTTO QUELLO CHE NON SAI SULLE PIANTE... CHE NESSUNO TI HA MAI DETTO.... - Studio del Dott. Agr. Massimo Badino

Dott.. Agronomo Massimo Badino
Studio Badino

Clicca sul menu

freccia
Vai ai contenuti

E' proprio necessario trattare le piante con prodotti chimici o no?

Studio del Dott. Agr. Massimo Badino
Pubblicato da in Consulenze Agronomiche ·
Tags: #trattamentibio#noglifosate#permacoltura
Trattare le piante si o no?



Sicuramente è un tema importante per riuscire ad arrivare a fine raccolto controllare e studiare la situazione delle nostre piante coltivate.

E' possibile coltivare, trattare e non poter accedere alla piantagione per un certo tempo perchè ho usato prodotti tossici....

Ma coltivo per chi? Intossico chi? Se devo prendere molte precauzioni nell'usare certi prodotti allora forse è meglio cambiare sistema!

Ma quando devo vendere il mio prodotto trattato poi mi pagano bene?

Spesso è meglio nelle nostre piccole realtà contadine cercare di fare bene, con qualità prodotti di nicchia adatti al nostro territorio piuttosto che prodotti commerciali che non ci danno alcun guadagno, anzi costano di più!

Un prodotto come un grano antico, una varietà locale di frutta particolare la posso vendere localmente ad un prezo più alto con una remunerazione maggiore e con la possibilità di far visitare i miei campi dal consumatore senza divieti o problemi di tossicità!



Anzi potrei andare alla ricerca di erbe spontanee e creare delle escursioni ad hoc presso la mia azienda guadagnando anche da li!

Spesso ci focalizziamo sul problema della pianta senza pensare a cosa potevamo fare prima!

Non fermiamoci raccontiamoci sempre... ma abbiamo sempre fatto così....

I veri agricoltori studiano, osservano e sperimentano!



Quello che coltiviamo oggi è frutto di ricerche e studi che hanno fatto molti appassionati nel passato.

Ci sono stati sia successi che insuccessi, ma l'importante è continuare a sperimentare.

Che i prodotti chimici siano la soluzione per tutto sinceramente non ci credo.

Devo però coltivare secondo certe regole, rispettare i tempi della natura, trovare le consociazioni giuste per fare in modo che le mie piante stiano bene a priori e siano forti nel caso debbano combattere un attacco.

Poi ci sono vari sistemi di lotta biologica che mi permettono di deviare i parassiti confondendoli anche solo con una pianta selvatica.

Un esempio dal nostro amico esperto di permacoltura Livio che sotto gli ulivi ha favorito la presenza di un arbusto la Inula viscosa che confondendo la mosca dell'olivo riesce a fare un'ottima produzione senza l'uso di insetticidi.

un esempio di lotta biologica

E' un modo di coltivare, il Suo molto rispettoso della natura e dei suoi equilibri e secondo me dovremmo imparare molto dai suoi consigli.

Quindi è possibile un'agricoltura diversa, più rispettosa dell'ambiente, ci vuole solo passione e pazienza altrimenti ti conviene fare altro...

Nella mia piccola esperienza ho visto che anche potando nel modo corretto, assecondando le caratteristiche della pianta la produzione migliora ed i risultati arrivano.

Se anche tu hai la passione di sperimentare nuove soluzioni
Se hai qualche idea innovativa da proporre
Se credi in'unagricoltura più rispettosa dell'ambiente

Allora contattami subito scrivendomi una email CLICCANDO QUI

Studiamo insieme un metodo di lotta innovativo e più rispettoso dell'ambiente!

Lavorando in rete si può creare molto e condividere con tutti i risultati raggiunti!

A presto ci saranno novità anche sul nostro orto sociale naturale!

Per ora il terreno è stato discato per fare in modo che la pioggia che arriverà (forse...) penetri bene al suo interno ed a breve si studierà come migliorarlo per poi farlo gestire nel migliore dei modi ai cittadini di Castelnuovo Belbo (AT).
Logicamente attenendosi rigorosamente alle linee guida dell'agricoltura biologica, biodinamica e naturale!





Nessun commento


mail
app per sito
app per sito
Torna ai contenuti