AGRICOLTURA SOCIALE E CURATIVA - TUTTO QUELLO CHE NON SAI SULLE PIANTE... CHE NESSUNO TI HA MAI DETTO.... - Studio del Dott. Agr. Massimo Badino

Dott.. Agronomo Massimo Badino
Studio Badino

Clicca sul menu

freccia
Vai ai contenuti

AGRICOLTURA SOCIALE E CURATIVA

Studio del Dott. Agr. Massimo Badino
Pubblicato da in COLTIVAZIONE SOCIALE ·
Tags: AGRICOLTURASOCIALEORTICOLTURATERAPIANATURALE
Oggi parliamo di AGRICOLTURA SOCIALE!

orto sociale naturale

Venerdì 14 luglio a Nizza Monferrato (AT) c'è stato un importante seminario riguardo l'Agricoltura sociale come cura nei malati mentali. Il progetto portato avanti dall'azienda agricola di Stefano Chiarlo è stato veramente ottimo. I ragazzi seguiti dagli operatori e dal padrone di casa hanno avuto la possibilità di lavorare in ambiente agricolo e conoscere in pratica tutto ciò che significa fare agricoltura. Sono passati dalla gestione del vigneto, alla potatura, alla vendemmia, al lavoro di affinamento in cantina e per finire la redazione di un loro logo per l'etichetta della bottiglia di barbera prodotta
.
               

"Scacco matto" è il nome della bottiglia da loro creata. Veramente un ottimo lavoro che ha permesso di sviluppare quelle conoscenze e capacità che solo il mondo agricolo ti permette. Infatti durante il convegno è emerso quanto sia importante per tutti NOI mettere le mani nella terra, sentire i profumi, riscoprire la pazienza ed i tempi della natura.
Il gesto del seminare seguito dall'attesa di vedere cosa germoglia e cosa invece no, è una palestra ed un insegnamento formidabile per la nostra anima e la nostra psiche.
I bambini soprattutto comprendono che non si può avere tutto e subito, ogni seme ha i suoi tempi, ha bisogno della giusta umidità, del posto giusto dove germogliare. La natura insegna il rispetto! La pazienza verso un germoglio all'inizio molto fragile che con il passare del tempo si rinforza e cresce sempre più veloce.

terra e semina

Questo è il nostro compito! Aiutare gli altri a capire cosa significa coltivare la terra, quali competenze servono, cosa possiamo aspettarci e cosa invece a volte dopo il duro lavoro può capitare...
Con il clima sempre più bizzarro, oggi è necessario riscoprire vecchie tradizioni e unirle alle nuove tecnologie.
E' possibile coltivare nel rispetto della natura, ma ciò comporta sacrifici, alta conoscenza dell'interazione tra piante e animali e messa in pratica di metodi di coltivazione che a volte ci possono sembrare non utili.

Se ti è piaciuto l'articolo,
Se stai iniziando a coltivare in un modo alternativo
Allora contattami per avere unteriori informazioni o valutare una consulenza mirata alle tue esigenze.

Puoi scrivermi una email cliccando qui agricoltura sociale oppure telefonarmi al 3483169357.



Nessun commento


mail
app per sito
app per sito
Torna ai contenuti